Curriculum vitae Europass: istruzioni per la compilazione (II parte)

Istruzoni per la compilazione della seconda parte del modello curriculum vitae Europass, dedicata alle esperienze professionali. In questa sezione si possono inserire anche i lavori in nero e i vari stage, siccome il curriculum Europass non ha valore legale, quindi i più giovani non si perdano in voli pindarici circa denunce o la visita della polizia postale o della guardia di finanza.

Esperienze professionali

Europass esperienze lavorative

Attenzione! È consigliabile prestare molta attenzione quando si compila la sezione dedicata alle esperienze professionali, poiché è una delle (poche) parti del curriculum che viene letta attentamente dai reclutatori per valutare se contattarvi o meno per un colloquio conoscitivo. Non allarmatevi troppo però, l'assistenza automatica del sito Europass e questo post possono aiutarvi in modo semplice e veloce.

Ovviamente per ogni posizione ricoperta appare una mascherina apposita nella quale inserire tutte le informazioni a riguardo. Innanzitutto è necessario inserire il limite temporale di un dato lavoro, è possibile anche aggiungere quello che state svolgendo nel periodo in cui state compilando il vostro curriculum e volete inviarlo, in risposta ad un annuncio per esempio. Si può scegliere il formato in cui apparirà scritta la data, se volete compilare il curriculum in inglese ricordatevi di cambiare la formula della data, ovvero dovete mettere Mese/Giorno/Anno. Fate bene attenzione a non sbagliarvi con le date, mettendo la fine cronologicamente prima dell'inizio del lavoro. Non ci crederete ma è un errore di distrazione molto comune!

Il secondo step prevede di scrivere la posizione lavorativa o l'occupazione che avete ricorperto nel periodo in esame. Anche qui, come nella I parte nella sezione "posizione desiderata", potete inserire il vostro ruolo selezionandolo dall'elenco a tendina o scrivendolo in modo autonomo.

Bene, ora viene il tasto dolente delle informazioni sul datore di lavoro. La struttura qui si compone di due parti: una obbligatoria e l'altra con le "Informazioni complementari" che si possono aggiungere cliccando sull'omonimo tasto. Quando dovete inserire il nome del datore di lavoro potete scrivere un nome proprio in caso di attività come assistente personale o segretaria/o personale oppure il nome dell'esercizio commerciale, se avete fatto i commessi o baristi ecc come nel nostro esempio, oppure l'ente pubblico per il quale avete lavorato, come l'USL o l'INAIL o il Comune di Milano.

Le informazioni complementari dicono qualcosa di più sul vostro datore, ma non sempre è conveniente riempire questa sezione, un esempio? Nel caso in cui non siete sicuri al 100% che questo capo in particolare sia un'ottima referenza. Se invece pensate che sia una buona carta da giocare, Europass vi chiede l'indirizzo, l'eventuale sito web e l'attività o il settore in cui è attivo il vostro datore di lavoro. In quest'ultimo caso, viene in soccorso, di nuovo, il famoso menù a tendina.

Infine tocca alla descrizione delle principali attività che avete svolto e le responsabilità che avete avuto nell'ambito del lavoro in questione. Vi consigliamo di essere brevi, precisi e schematici, in modo da non allungare troppo il curriculum. Un documento riempito eccessivamente di informazioni verrà scartato molto facilmente durante la selezione dei curricula ad opera delle risorse umane dell'azienda a cui avete inviato la vostra candidatura.

Infine Europass dà l'opportunità di spostare le diverse descrizioni dei lavori che avete svolto in modo da decidere quale di questi preferite che si veda per primo nell'elenco finale. Tuttavia il nostro consiglio è quello di ordinare le posizioni lavorative ricoperte in ordine anticronologico partendo dall'alto in basa alla data d'inizio, per diversi motivi:



  • Si presume che l'ultimo lavoro svolto sia più importante, o comunque di maggior rilievo, rispetto ai precedenti grazie all'esperienza accumulata
  • Il reclutare si farà subito un'idea del vostro background lavorativo
  • Il curriculum avrà un aspetto più ordinato seguendo una logica interna

Leggi anche

  1. Curriculum vitae Europass: istruzioni per la compilazione (I parte), dedicato all'approfondimento sulle Informazioni personali e la posizione desiderata.
  2. Curriculum citae Europass: istruzioni per la compilazione (III parte), dedicata agli studi compiuti.
  • Questa pagina ti è stata utile?
  • No
--ADS--
  • ;