Lettera di accompagnamento: il testo

Dopo l'intestazione e l'oggetto della lettera di presentazione, finalmente si arriva al testo, la parte più importante.

Scrivi in un italiano standard, corretto, sì sintetico e revisiona sempre la lettera. Non superare le 15 righe.

Se stai rispondendo ad un annuncio inizia così: "Con riferimento al vostro annuncio su “GiornaleX” del… , ho il piacere di inviarVi il mio Curriculum Vitae per la posizione di “Assistente al direttore delle risorse umane” . Quindi questa volta invece di mettere  il riferimento numerico dell’annuncio, già inserito nell’oggetto, scriverai la posizione ricercata per esteso.lettera di presentazione




Dopo il riferimeto inizia con  una breve presentazione. Ad esempio scrivere direttamente "Sono un giovane laureto in..." piuttosto che "Mi chiamo..." è meglio. Se ti sei laurato in tempo e a pieni voti scrivi "Sono una brillante neolaureato in...". Se hai già esperienza, l'inizio sarà diverso. Scrivi direttamente qual è il tuo ruolo professionale "Sono un ingegnere chimico, un giornalista professionista, un operaio specializzato,etc." senza entrare nel dettagli che vanno lasciati per il momento del colloquio di lavoro.

Finita la presentazione devi spiegare l’obiettivo della lettera, in maniera breve e convincente. Scrivi perché t'interessa il settore, l'impresa e quel posto per cui ti candidi. Se non conosci bene l'impresa, prima di redarre il testo, fai una ricerca sul sito ufficiale e leggi quanto più possibile sull'impresa. Devi chiarire le motivazioni, gli stimoli che ti hanno spinto a cercare una specifica posizione di lavoro in quell’azienda piuttostoche un’altra. Fai vedere che c'è una certa coerenza tra il proprio modo di pensare e la cultura e l’immagine aziendale, i punti in comune che ti rendono la persona giusta. Spiega qual è il contributo che con la tua esperienza personale e  abilità potresti apportare all'impresa: inserisci alcune informazioni che nel curriculum non sono sufficientemente valorizzate, come stage, altre esperienze di lavoro, tesi e ricerche su tematiche di interesse aziendale, la conoscenza certificata di più lingue ed anche un particolare interesse personale per attività strategiche dell’azienda.

Infine, sollecita una chiamata o un incontro, confermando la tua disponibilità a quest'ultimo, senza parlare di colloquio se non lo ha fatto l'azienda per prima. Usa formule condivise come questa che servono anche per ringraziare e salutare: "Sono a Sua disposizione per ogni ulteriore chiarimento in merito alla mia candidatura e, nel ringraziarLa della Sua attenzione, Le porgo i miei migliori saluti”.

Ricordati di firmare la lettera. Ovviamente se è richiesto scrivila a mano con una bella, ma soprattutto leggibile, calligrafia.

  • Questa pagina ti è stata utile?
  • No
--ADS--
  • ;