Riconoscimento dei titoli in Europa

laurea-riconoscimento titolo di studio all'esteroIl riconoscimento dei titoli è necessario se vuoi esercitare in un Paese europeo, che non sia l'Italia, una professione regolamentata dallo Stato ospitante.

Il riconoscimento dei titoli comunitari riguarda il diploma o il certificato o il titolo o l'insieme dei titoli che comprovano una formazione professionale completa. Non è automatico: per ottenerlo dovrai presentare una domanda all'autorità competente dello Stato ospitante, che esamina caso per caso. Il tempo massimo per esaminare la domanda è di quattro mesi.

Cosa deve accertare l'autorità?

  • che la professione regolamentata che il richiedente vuole esercitare nello Stato ospitante, sia la stessa per cui  possiede tutti i titoli nello Stato di provenienza.
  • che la durata e il contenuto della formazione nello Stato di provenienza non presentino differenze sostanziali con la durata e il contenuto di quella richiesta nello Stato ospitante. Se l'autorità non riconosce l'equipollenza dei titoli, per differenze sostanziali in durata e contenuti, potrà esigere una solo misura di compensazione (tranne nei casi particolari), che in genere è o un tirocinio o un esame a seconda di quello che il richiedente scelga.

Ovviamente se la professione non è regolamentata nello Stato ospitante, non dovrai chiedere il riconoscimento dei tuoi titoli e la potrai esercitare alle stesse condizioni dei cittadini dello Stato ospitante.

Tra le professioni il cui esercizio è subordinato al possesso di determinati titoli, figurano generalmente l'avvocato, il perito contabile, l' insegnante, il fisioterapista.

Il riconoscimento dei titoli non si applica invece alle professioni regolamentate che sono già contemplate da un altro sistema specifico di riconoscimento dei diplomi: medico, dentista, veterinario, infermiere, ostetrica, farmacista ed architetto, né alle attività artigiane, industriali o commerciali.

Se sei un cittadino europeo non italiano, l'Italia riconosce i titoli professionali comunitari attraverso l'applicazione delle Direttive CEE, sia settoriali che generali.



Il coordinatore nazionale per l'applicazione della normativa comunitaria in materia di riconoscimento professionale è la Prof.ssa Armanda Bianchi Conti.

Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per il Coordinamento delle Politiche Comunitarie

Piazza Nicosia, 20 - I - 00186 Roma

tel. +39-06-6779.1 (centralino)

+39-06-6779.5322 (int.)

fax:+39-06-6779.5342/ +39-06-6779.5326

sito internet: www.palazzochigi.it

 

--ADS--
  • ;