Aprire un’impresa: l’imprenditore

L'imprenditore è un soggetto che esercita un'attività economica, detta impresa, con il fine di scambiare o fornire beni e servizi.

Le funzioni dell'imprenditore

Le funzioni principali di un imprenditore sono:

  • Organizzare l'impresa
  • Definire la politica di impresa
  • Assumere su di sé il rischio di impresa

L'imprenditore è coli che si assume il rischio di impresaIl rischio di impresa è ciò che in gergo tecnico viene definito spendita del nome, cioè l'assunzione di responsabilità, totale o parziale, da parte dell'imprenditore. Questo è l'elemento principale che distingue l'imprenditore dal lavoratore autonomo o subordinato.

Inoltre l'imprenditore ha totale potere decisionale all'interno della sua impresa e dunque i suoi lavoratori dipendenti sono suoi subordinati. Tuttavia a questo potere corrispondono delle responsabilità da cui invece sono tutelati i dipendenti.

Responsabilità dell'imprenditore

Le responsabilità che l'imprenditore deve assumersi quando decide di aprire un'impresa sono:

  • Registrare la sua impresa secondo le modalità prescritte dalla legge
  • Pubblicare le scritture contabili dell'impresa
  • Controllare e tutelare le condizioni di lavoro dei suoi dipendenti, proteggendo la loro integrità fisica e morale
  • È responsabile per la scelta dei suoi lavoratori
  • È responsabile nel caso di mancato rispetto delle misure di sicurezza da parte dei suoi dipendenti


Colui che dirige l'impresa è l'imprenditoreEsistono però delle società in cui la responsabilità dell'imprenditore è limitata, avviene cioè una parziale deresponsabilizzazione; sono le S.r.l e le società di capitali in genere. Inoltre alcune imprese sono gestite da un tipo particolare di imprenditore, il cosidetto imprenditore occulto, che non si assume il rischio d'impresa.

Cosa caratterizza un imprenditore

Un imprenditore per essere definito tale deve possedere alcune caratteristiche.

  • Operare all'interno dell'impresa secondo i criteri di economicità
  • Assumere su di sé il rischio di impresa
  • Organizzare mezzi e persone della sua impresa
  • Svolgere in modo abituale, ma non necessariamente esclusivo, il proprio lavoro
  • Il suo scopo ultimo è la produzione e lo scambio di merci e servizi sul mercato

Per quanto riguarda il profitto dell'imprenditore questo non è considerato, al livello giuridico, un aspetto fondamentale per definire l'imprenditore. Questo perché il profitto non è perseguito da tutti i tipi di impresa; ad esempio esistono imprese non a scopo di lucro che tuttavia sono gestite da un imprenditore.

Quindi dal punto di vista giuridico gli obiettivi prinipali di un imprenditore sono:

  • Produzione
  • Scambio
--ADS--
  • ;